Sei un nuovo utente ?

IN PROVINCIA

Info
NOTA PER LA STAMPA - Il Ministero dell'Istruzione ha pubblicato i bandi per l'edilizia scolastica
9 Luglio 2021 

Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato due bandi per l’edilizia scolastica: uno riferito ai Comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti (per la nostra provincia gli Enti beneficiari sono Giarratana e Monterosso) per la costruzione di scuole innovative da destinare a scuola dell’infanzia o a polo d’infanzia, scuola primaria o secondaria di primo grado ovvero a un istituto comprensivo, utilizzando le risorse dell’INAIL e scadenza 5 agosto 2021, l’altro per l’adeguamento funzionale e messa in sicurezza impiantistica delle palestre, delle aree di gioco, di impianti sportivi adibiti ad uso didattico, di mense scolastiche e relativo allestimento, riferito a tutti i comuni i quali potranno presentare al massimo 2 candidature per 2 diversi edifici scolastici, mentre i comuni capoluoghi di provincia, nel nostro caso Ragusa, potranno presentare al massimo 4 candidature per 4 diversi edifici scolastici, utilizzando le risorse dei Fondi Strutturali Europei (PON 2014/2020) con scadenza 6 agosto 2021.

Gli importi ammessi per il primo bando sono commisurati al numero di studentesse e studenti e nel limite massimo di 2.200,00 euro al metro quadro di SUL (Superficie Utile Lorda), per l’altro il limite massimo finanziabile per gli adeguamenti funzionali e messa in sicurezza impiantistica delle palestre, delle aree di gioco e/o di impianti sportivi adibiti ad uso didattico è pari a 350.000 euro mentre per l’adeguamento funzionale, messa in sicurezza impiantistica allestimento di mense scolastiche il limite è stato fissato in € 200.000.


“Sono opportunità che il nostro territorio deve saper cogliere e sfruttare raggiungendo, così, un duplice beneficio,” così il Presidente Firrincieli intende pungolare i Vertici dei nostri Enti locali, “il primo, immediato, per il lavoro delle nostre Imprese e delle nostre maestranze e l’altro, al termine degli interventi, per consentire ai nostri ragazzi di poter vivere gli ambienti scolastici in maniera sicura. Facciamo appello ai nostri Sindaci affinchè diano i necessari input ai lori Uffici tecnici o si affidino a professionisti esterni.”